L’idea alla base dell’attività di arterunning è semplice:

promuovere la cultura in tutte le sue forme
attraverso l’attività motoria.

Un’idea tanto semplice quanto innovativa.

Fondiamo insieme l’idea della visita guidata – ad un monumento, ad una zona naturalistica, ad un luogo storicamente importante – con il movimento, il running. Ci proponiamo di mostrare le straordinarie opportunità che movimento e bellezza – vissute insieme – sono capaci di donare.

Nascono così le iniziative di arterunning: percorsi cittadini guidati, durante i quali la guida arterunning, conduce i partecipanti alla scoperta di emergenze architettoniche, storiche, luoghi interessanti dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, luoghi della tradizione, e, ecco la novità, lo fa durante una sessione di running: questo perché dopo 30 minuti di attività aerobica, l’endorfina che si libera facilita la percezione del bello.

Ci si ritrova nel luogo e all’ora stabilita e semplicemente SI PARTE!

E così si può ad esempio partire dal Castel dell’Ovo e, salendo dai gradoni di Via Chiaia prima e della famosa Pedamentina poi, arrivare a San Martino e Castel Sant’Elmo, per una visita a volo d’uccello a 360° sulla città.

 

Oppure partire dal Largo Sermoneta a Mergellina e passando per il centro storico giungere in una delle più suggestive botteghe di Napoli, quella del maestro Lucio Ferrigno dove nascono pregatissimi presepi e pastori famosi in tutto il mondo.

O ancora partire di mattina presto, quando ancora è buio per arrivare sulla collina di Posillipo ed aspettare che l’alba incendi il cielo ed illumini il Vesuvio e la città intera, mentre un musicista con la sua tromba suona dal vivo la colonna sonora di questo miracolo di bellezza.

La presenza, tra gli accompagnatori, di istruttori della Federazione Italiana di Atletica Leggera, favorirà e stimolerà il raggiungimento di tale stato di benessere psicofisico.